Saturday, 02 September 2017 14:07

La regione basca

La regione basca è situata nel settore occidentale dei Pirenei, e si estende tra la Spagna settentrionale (Province Basche) e la Francia sudoccidentale (Paese Basco). La popolazione (circa 600.000 individui in Spagna e almeno 100.000 in Francia) è costituita dal gruppo etnico-linguistico dei baschi che, pur essendo diviso nelle due nazionalità, parla la stessa lingua. Tale idioma, che comprende otto dialetti, deriva molti termini dallo spagnolo, dal francese e dal guascone ed è l’unica lingua viva dell’Europa occidentale non appartenente alla famiglia indoeuropea. Diverse sono le ipotesi sulla sua origine, ma la più accreditata sostiene la tesi della parentela con le lingue caucasiche e la vede come una continuazione delle lingue mediterranee preindoeuropee. ll basco sarebbe stato introdotto in Europa da popolazioni provenienti dall’Asia Minore durante l’età dei metalli. Sottomessi dai Romani, i Baschi nei secoli successivi subirono Ie invasioni barbariche che li costrinsero a rifugiarsi verso la costa del Golfo di Biscaglia. Dopo essersi scontrati con i Franchi nei secoli VII e VIII, si scissero nel ducato di Vasconia (Guascogna), unito poi alla Navarra francese, e nel regno di Navarra, diviso in seguito tra la Francia e la Spagna. « Nella seconda metà dell’Ottocento i Baschi spagnoli persero completamente la loro autonomia, riacquistandola solo nel 1936 dopo la vittoria del Fronte Popolare. Dopo la guerra civile, tuttavia, la dura repressione attuata dal franchismo provocava l’insorgere di un forte movimento autonomistico, di cui I’ETA (Euzkadi fa Azkatasuna: Patria Basca e Libertà) rappresenta l’ala estremistica. Ancor oggi tale organizzazione, nonostante il ripristino delle libertà democratiche dopo la morte di Franco, si batte per l’indipendenza, ricorrendo anche a metodi terroristici di lotta.