Saturday, 02 September 2017 14:09

Il museo del Prado

Il Palazzo del Prado, situato nella capitale spagnola, è la sede di uno dei più importanti musei nazionali di pittura, oltre che uno dei più rinomati d’Europa. Esso sorge in una località di Madrid chiamata Prado de San Jer’onimo, da cui prende il suo nome. Il Palazzo fu costruito nel 1785 per ordine di Carlo III di Borbone, che assegnò all’architetto Juan de Villano— va il compito di progettare ed eseguire i lavori. Inizialmente destinato a museo di storia naturale, nel 1819 Ferdinando VII lo dedicò alla conservazione di opere d’arte raccogliendo capolavori provenienti da collezioni reali. Oggi il Museo espone più di tremila opere di varie scuole dei secoli XVI, XVII e XIX. Fra le scuole maggiormente rappresentate, possiamo citare quella spagnola con i famosi dipinti di El Greco (il “Cavaliere dalla mano sul petto”, il “Cristo abbracciato alla croce”, la “Sacra Famiglia”), di Velazquez (“Las Meninas”, “Le Filatrici”, la “Crocefissione”) e di Goya (le due “Mayas”). La scuola italiana comprende le opere di Raffaello (“Ritratto di cardinale”, “La perla”, la “Madonna del pesce”), di Tiziano (“Venere e Adone”, il “Baccanale”), del Tintoretto (la “Lavanda dei piedi”). Infine troviamo la scuola fiamminga e i suoi artisti: Hieronymus Bosch (“Le Tentazioni di Sant’Antonio”) e Rogier Van der Weyden.