Tuesday, 05 September 2017 08:53

La città di Caserta

La città di Caserta (65.256 ab.), situata nella pianura campana (Terra di Lavoro), è un importante nodo di comunicazioni ferroviarie e stradali e uno dei principali centri agricoli della regione per la produzione di ortaggi, frutta, granoturco. canapa, tabacco, vino, olio e barbabietole. Fra le industrie ricordiamo quelle alimentari, enologiche, chimiche e tessili, gli oleifici, isaponifici e le vetrerie. -STORIA. Fondata dai Longobardi con il nome di Casamirta (VIII sec.), Caserta fu feudo delle famiglie Ratta, Acquaviva, Caetani di Sermoneta. Nel XVIII sec. venne ceduta ai Borboni e Carlo VII fece edificare nei pressi della città una grandiosa reggia attorno alla quale si sviluppò il centro di CasertaNuova. Nel 1860 entrò a far parte del Regno d’Italia. ARTE. Il borgo medievale di Caserta Vecchia. su un colle (400 m s/ m) da cui si domina la pianura. conserva la bella Cattedrale del 1153. Il monumento più importante della città e il Palazzo Reale costruito dall’architetto Luigi Vanvitelli per Carlo VII di Borbone (1752-1774). Questa reggia è uno degli edifici più grandiosi d’ltalia (ha 1200 stanze, 1790 finestre e 34 scale interne) ed ha una struttura a pianta rettangolarearticolata su quattro cortili interni, anch’essi rettangolari, perfettamente corrispondentie divisi da un atrio. Un discorso a parte meriterebbe il vastissimo Parco (120 ha; 3 km di profondità) che si estende dietro la reggia con una stupenda prospettiva. Le cascate e le numerose fontane sono alimentate dall’acquedotto Carolino appositamente progettato da Vanvitelli. La provincia di Caserta (788.100 ab.; 2639 kmq) comprende quasi tutto il bacino del Volturno e parte della fertilissima Terra di Lavoro intensamente coltivata. Fiorente e l’attività agricola (cereali, patate, canapa, pomodori, legumi, ortaggi e frutta). Altra risorsa importante è l’allevamento di ovini e bufali nella zona di Capua e nel bacino del Volturno. Fra le attività industriali ricordiamo le industrie molitorie, i pastifici, le fabbriche di conserve alimentari, le manifatture di tabacco e i canapifici. Centri principali sono Aversa, Capua, Maddaloni, Marcianise, Santa Maria Capua Vetere, Sessa Aurunca.