Tuesday, 05 September 2017 09:11

La canapa

Fibra tessile ricavata dalla Cannabis sativa, Orticacea a stelo diritto e a sezione quadrangolare arrotondata, assottigliata dal basso all’alto. Cresce a varie latitudini, però richiede il clima dei paesi meridionali. La raccolta si fa in epoche diverse, a seconda che si voglia produrre la fibra oil seme. Le piante, dopo l’essiccamento ela battitura nel canapaio, sono raccolte in fasci e vengono trasportate ai maceri. Ivi si procede a spezzare il nucleo legnoso e a staccare le fibre utili dalle fibre liberiane. I filamenti tessili (tiglio) passano alla cernita. I residui costituiscono la stoppa. Le varietà più fini servono a fare bellissimi tessuti e tele; quelle più ordinarie sono impiegate nella fabbricazione di spaghi e cordami. L'Italia viene al secondo posto, dopo l’Urss nella produzione mondiale della canapa.